Mobili decapati: lo stile provenzale in casa

mobili decapati

La tecnica del decapaggio

È la soluzione per far rinascere mobili in legno antichi. Spesso in soffitta si ritrovano vecchi tavoli, magari verniciati malamente, con graffi e ammaccature. Lasciati lì non solo per il loro valore affettivo, ma perché di legno pregiato e con una manifattura unica, che oggi non è più possibile ritrovare. Il processo di decapaggio ha lo scopo di rimuovere la vecchia vernice, a processo avvenuto sarà visibile solo e unicamente l’essenza del legno con cui è stato costruito il mobile. Può essere considerata una tecnica di riciclo, poiché dopo averla eseguita il legno riprende vita, nessuno direbbe che si tratti di un oggetto antico. Può essere eseguita in due modi differenti, con l’impiego di una pistola a caldo o con uno sverniciatore chimico. Il primo è uno strumento elettrico, essenzialmente spara aria calda sulla vernice, che si ammorbidisce, staccandosi dal lego. Richiede un po’ di maestria, non è alla portata di tutti, poiché è possibile che in alcuni punti il calore possa rovinare il supporto in legno, compromettendo il lavoro finito. Lo sverniciatore è essenzialmente in gel o a vernice, va applicato con l’aiuto di un pennello piatto di medie dimensioni. È necessario spalmare uno strato generoso, perché attecchisca e tutta la vernice possa essere rimossa. L’odore è intenso, anche quello che si sprigiona durante la fase di posa, per questo motivo è necessario che nella stanza in cui si lavora, ci sia un buon riciclo d’aria. È necessario sempre e comunque indossare guanti e mascherina, poiché si tratta pur sempre di un acido molto potente. Passato il tempo necessario si può procedere alla rimozione della vernice vecchia, con l’aiuto di spatole e pagliette di ferro e carta smerigliata.

I mobili decapati colorati

I mobili decapati colorati creano stile in qualsiasi angolo della casa. In genere si scelgono tonalità quali ecrù, giallo, grigio, blue, verde e rosa pastello. La colorazione va fatta sempre dopo la rimozione della vernice vecchia e sempre con l’ausilio di un pennello con setole morbide. Dopo aver fatto asciugare il primo strato colorato, con l’ausilio di un batuffolo di lana vetro si può passare sulle venature con un colore più scuro a contrasto del fondo. Le venature così si evidenzieranno dando un effetto unico e particolare. Il lavoro è completo passando una mano di cera per mobili trasparente, necessaria per nutrire e lucidare il legno.

I mobili decapati bianchi

I mobili decapati bianchi creano uno stile provenzale e shabby-chic. Per ottenere questo effetto sarà necessario dopo aver rimosso la vernice vecchia, applicare uno strato di cera bianca su tutto la superficie del mobile, l’applicazione va fatta con l’utilizzo di un batuffolo di lana di vetro e con movimenti che seguono le venature del legno. Dopo qualche ora, il legno avrà assorbito la quantità necessaria di cera, con l’utilizzo di una carta abrasiva leggera si può procedere alla rimozione degli eccessi di cera. È questo il momento in cui è necessario lavorare di fantasia per raggiungere l’effetto desiderato. Il lavoro può dirsi concluso con l’applicazione della cera neutra, necessaria per proteggere il mobile nel tempo.

1 Comment on "Mobili decapati: lo stile provenzale in casa"

  1. Articolo davvero bello. Questo stile mi piace molto. Reputo che quando lo si fa da se l’effetto è ancora migliore: le piccole imperfezioni arricchiscono sedie, tavoli e mobili vari. Finora mi sono limitata a realizzare dei piccoli mobili, ma sto iniziando a pensare di trasformare la cucina. Sarà un disastro? Speriamo di no. Fondamentale è munirsi degli giusti strumenti. La levigatrice la possiedo già! Adesso mi manca la smerigliatrice, che ho già adocchiato http://smerigliatriceclick.com/smerigliatrice-makita/makita-9557hng/. Spero di mandarvi al più presto delle foto!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*