Come eliminare la muffa dai muri

muffa

Come eliminare la muffa dai muri interni

Ci sono diverse soluzioni fai da te, che possono essere utilizzate per rimuovere la muffa, ad esempio con la candeggina.
Sfortunatamente, tuttavia, l’uso della candeggina è efficace solo se la superficie risulta non essere porosa, altre superfici come piastrelle, vasche da bagno, controsoffitti e materiali di vetro, la candeggina non funziona, perché uccide la muffa sulla superficie, ma le radici all’interno del materiale rimarranno e la muffa tornerà presto.
Per uccidere il fungo il rapporto è di una tazza di candeggina per ogni litro d’acqua (cioè circa 1 parte di candeggina e 10 parti di acqua). La soluzione viene applicata su superfici non porose utilizzando uno spray o con un secchio e una spugna o un panno. Poi non è necessario risciacquare la superficie.
Si può eliminare la muffa dai muri anche con aceto, utilizzare quello bianco distillato che si può acquistare al supermercato e di solito a buon prezzo. Versare un po’ di aceto in un flacone spray senza diluire in acqua. Cospargere l’aceto sopra la superficie interessata e lasciare riposare per circa un’ora. Pulire la zona con acqua e lasciare asciugare la superficie. Qualsiasi tipo di aceto ha un odore acre, che dovrebbe scomparire nel giro di poche ore.

Prodotti per eliminare la muffa dai muri

Come la candeggina, l’ammoniaca uccide la muffa sulle superfici non porose, come ad esempio i controsoffitti, piastrelle in vetro o superfici dure, ma non è efficace eliminare la muffa che cresce nei materiali porosi come il legno o gesso.
Uno svantaggio di utilizzare l’ammoniaca è che è un prodotto chimico aggressivo e tossico. Assicurarsi di non mescolare mai ammoniaca con candeggina perché il gas che creano è tossico. Il cloro mescolato con l’ammoniaca è stato anche utilizzato come arma chimica durante la seconda guerra mondiale. Allora, la dose da utilizzare con ammoniaca è creare una soluzione di 50% di ammoniaca chiara e 50% di acqua in una bottiglia spray e spruzzare le zone interessate dalla muffa. Assicurarsi che l’ammoniaca sia quella con scritto “ammoniaca chiara”. Lasciare agire per un paio d’ore prima di risciacquare. Spesso detergenti o prodotti per la pulizia dello muffa contengono ammoniaca. In questo caso, basta seguire le istruzioni riportate sull’etichetta e fare attenzione a non mescolare con candeggina. Un altro prodotto usato per rimuovere la muffa è il perossido di idrogeno in quanto è anti-fungine, anti-virali e un anti-batteri. Il perossido di idrogeno è una buona alternativa alla candeggina, perché è sicuro da usare, non danneggia l’ambiente e non lascia residui tossici o non produce gas tossici, nocivi per salute. È possibile acquistare il perossido di idrogeno in farmacia in bottiglie con una concentrazione del 3%.

Be the first to comment on "Come eliminare la muffa dai muri"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*